Sorpresi a curare piantagione di canapa indiana, due giovani arrestati

Due giovani di 30 e 25 anni, Michele Santaiti e Antonio Rosace, sono stati arrestati dai Carabinieri di Palmi, in provincia di Reggio Calabria, mentre si prendevano cura di una piantagione di canapa indiana.

E’ accaduto in contrada Prato Inferiore di Palmi, dove nel corso di un vasto servizio di rastrellamento disposto dal Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro, i militari della Stazione di Palmi hanno individuato una piantagione composta da circa 40 piante del tipo cannabis indica in pieno stato vegetativo, dell’altezza media di circa 1,2 metri ed un peso complessivo di kg. 50 circa, che avrebbe fruttato sul mercato della droga fino a circa 100 mila euro.

I due giovani sono stati sorpresi mentre erano intenti a curare la coltivazione con attrezzi agricoli e un sistema per l’irrigazione. Nei pressi della piantagione, inoltre, e’ stata rinvenuta una struttura in legno per la lavorazione e l’essiccazione delle piante, che sono state estirpate mentre i campioni prelevati saranno inviati al Ris di Messina per le analisi del caso. I due, arrestati per coltivazione e produzione di sostanza stupefacente, sono stati condotti nel carcere di Arghilla’, a Reggio Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.