Sorpresi a rubare tubi d’acciaio in azienda, due operai arrestati

In località Lo Stretto di Maida, presso una sede periferica dell’Azienda S.NA.M (Società nazionale metanodotti) una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, del N.O.R.M. della Compagnia Carabinieri di Girifalco, durante un servizio di perlustrazione ha arrestato in flagranza di reato due operai edili.

I due uomini, dopo aver indebitamente sottratto un autocarro provvisto di gru all’azienda per la quale lavorano, avrebbero raggiunto la sede S.Na.M. e, forzando il lucchetto della sbarra dell’ingresso carraio e si sono introdotti all’interno; li hanno cominciato a caricare sul mezzo 18 tubi d’acciaio della lunghezza di 12 metri e vario diametro, usualmente impiegati per realizzare condutture per il gas. Nel corso di queste operazioni sono stati colti dall’arrivo dei carabinieri.

Sul veicolo sono stati trovati gli attrezzi da scasso, sequestrati. La refurtiva, del valore complessivo di circa 15.000 euro è stata restituita agli aventi diritto così come l’autocarro. I due, Antonio Condito, di Botricello, 43 anni e Perri Alfonso, di Sersale, 55 anni, sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio direttissimo che si terrà lunedì mattina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.