Soverato: Abusi sulle pazienti, indagini chiuse

Avrebbe abusato delle sue pazienti all’ospedale di Soverato, spacciandosi per ginecologo. Il 51enne è indagato per violenza sessuale aggravata, truffa, interferenze illecite nella vita privata e diffusione di materiale pornografico.

L’accusa è di aver sottoposto, dal 2018 al 2021, le sue pazienti, una sessantina di donne ad abusi sessuali. Nei mesi scorsi il Tribunale del Riesame di Catanzaro aveva respinto l’istanza di scarcerazione presentata dai legali del medico.

E’ stata la denuncia di una donna a far partire le indagini dei carabinieri di Soverato la quale raccontò di essersi recata in ospedale accompagnata dalla madre per ritirare referti medici ed aveva accettato di sottoporsi in prima persona ad accertamenti sanitari dopo che l’indagato le avrebbe presentato i rischi di familiarità della patologia diagnosticata al parente.

Poi le aveva datto un appuntamento nel suo studio privato dove avrebbe abusato della giovane. Per l’accusa avrebbe persino preteso il pagamento del corrispettivo per la “visita”. Come se non bastasse, avrebbe anche filmato gli atti sessuali.