Soverato, Altamura: “Dispiacere per le dimissioni dalla commissione Covid della Capogruppo Ranieri”

“Con grande dispiacere apprendo delle dimissioni, dalla commissione Covid, della collega Capogruppo Ranieri, istituita perché voluta in primis dalla stessa”.

“E’ vero che le commissioni speciali hanno lo scopo di studiare, elaborare programmi ma non ricordo nei nostri incontri proposte avanzate da Lei e programmi che hanno suscitato molto interesse. Abbiamo assistito a molte polemiche oppure a qualche proposta del tipo “ dichiarazione di zona rossa”, “chiusura di tratti particolarmente frequentati da giovani” ,ma non ricordo mai una proposta di spesa, molta polemica sui numeri comunicati”.

“Le somme di denaro utilizzate dall’Ente messe a disposizioni dal Governo sono soldi dei cittadini, utilizzati per gli scopi dettati dalla stessa normativa. La capogruppo Ranieri più volte è stata invitata a recarsi negli uffici per richiedere la documentazione relativa alla rendicontazione”.

“La Capogruppo deve spiegare cosa intende quando afferma che avremmo dato un contributo alla C&C di € 25.000,00 per l’iniziativa “PIU’ REGALI E MENO TARI” e afferma ancora che avremmo potuto fare un diretto sgravio sul tributo. Ho la sensazione che siamo leggermente confusi, dovrebbe sapere che l’elenco dei beneficiari è stato redatto dal responsabile del settore Attività Produttive e nessun contributo è stato concesso alla C&C. Nella sua nota, pubblicata a mezzo Facebook si legge inoltre che avremmo dato un contributo di “euro € 30.000,00 sempre alla C&C sulla Tari, quando si poteva gestire direttamente lo sgravio oppure su utenze elettriche”.

La gentile Consigliera avrebbe dovuto sapere che è stato pubblicato, un avviso, per richiedere un contributo per tari domestica per famiglie con reddito ISEE inferiore a € 8.000,00, dal Settore Politiche Sociali e anche in questo caso nessun contributo è stato concesso alla C&C. Forse lo scopo è quello di confondere i cittadini? Oppure è la stessa Consigliera ad essere un po’ confusa?”

“Vorrei inoltre chiedere come e perché ha pensato al pagamento delle utenze elettriche, e non ha ritenuto valida la riduzione della tari domestica? Forse non ha valutato che il mancato pagamento della tassa rifiuti può creare, delle difficoltà per l’ente che deve sopportare comunque spese per la gestione del servizio? Cara capogruppo le chiedo scusa per aver condiviso l’ordinanza di chiusura delle scuole, ma anche Lei ha preferito ai canali istituzionali Facebook”.

“E infine, le chiedo, per l’erogazione dei buoni spesa , visto la gravità dei fatti riportati, di rivolgersi alle autorità competenti nella parte in cui dichiara che un Consigliere di maggioranza, detiene senza averne titolo “Gli elenchi secretati”.”

“Mi domando come mai non ha ritenuto opportuno sentire il Sindaco F.F. per conoscere in dettaglio la situazione relativa ai contagi da Covid19, come mai non ha ritenuto opportuno richiedere in via d’urgenza al Presidente del Consiglio un eventuale e immediata convocazione della commissione. Inoltre visto che la conferenza dei Capigruppo era già stata concordata il 22 dicembre scorso, convocata e svolta nella data odierna poteva partecipare per comunicare eventuale disappunto, invece ha preferito la platea dei social”.

“Con grande rammarico prendo atto delle sue dimissioni ma ritengo che le motivazioni raccontate sono pretestuose e anche inopportune considerando la difficoltà che vive in questo momento la nostra Città”. Lo rende noto con un post su Facebook la Consigliera comunale di Soverato, Giusy Altamura.