Soverato – Gestione del cimitero. C’è intesa in Consiglio

Giusy Altamura

Giusy Altamura

Si muovono i primi passi verso una collaborazione tra maggioranza ed opposizione. È stato positivo infatti l’incontro avvenuto tra l’assessore Daniele Vacca e la consigliera di opposizione, Giusy Altamura la quale, ha sollevato il problema dei loculi e delle lampade votive, un servizio esternalizzato,  senza che ce ne fosse bisogno. L’Altamura si è infatti domandata il motivo per cui con il rinnovo delle riscossioni all’epoca del commissario Maria Virginia Rizzo, non sono stati più i dipendenti comunali  ad occuparsene, anche perché in tal modo l’ente percepirebbe gli introiti sia della luce che dei loculi. La ditta che si sta occupando del servizio è attualmente la C.&C.  Dall’incontro, è emerso come Vacca e Altamura in questo caso, siano sulla stessa linea d’onda ovvero, di riappropriarsene. L’assessore si è impegnato ad eseguire delle verifiche ed eventualmente optare affinchè se ne tornino ad occupare i dipendenti. L’Altamura ha posto degli interrogativi quali ad esempio: perché i servizi sono tutti esterni? Il rinnovo dovrebbe partire in automatico ogni anno quindi non c’era bisogno di dare all’esterno questo compito, alla fine ci sono dipendenti comunali retribuiti. Tali servizi ogni Comune li gestisce internamente Soverato perché no? Adesso in ogni caso, l’importante è far chiarezza e successivamente si potrebbe proseguire con un nuovo ordine di servizio per i dipendenti, salvo vincoli legali contrattuali, su questo verteranno le verifiche di Vacca, nonché se tale determina abbia ad oggi prodotto dei risultati, in tal caso ne verrà tenuto conto. Enza Chiaravalloti ex responsabile dell’Ufficio tecnico, ha spiegato come l’idea di esternalizzare la parte riguardante il cimitero, sia nata nel 2014 in quanto loculi e luce non venivano pagati, così dopo vari tentativi di riscossione non andati a buon fine, con l’aggiudicazione dell’appalto per la riscossione dei tributi il Commissario ha inserito anche la gestione del  cimitero. A fine mandato, i responsabili della ditta, consegneranno un software con quanto fatto, come da accordi.

Antonella Rubino, Gazzetta del Sud, 19/03/2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.