Soverato – Il sindaco Alecci: quest’anno niente parcheggi a pagamento

parcheggio-a-pagamentoA rassicurare i cittadini su eventuali parcheggi a pagamento, è stato il sindaco, Ernesto Alecci il quale ha detto: “Per la stagione estiva ormai alle porte, la volontà è che restino liberi, senza nessuna area a pagamento, ritengo opportuno che sia giusto così. La città sta facendo un grosso passo in avanti, perché l’offerta turistica quest’anno è valida, curata nei dettagli, come forse in nessun’altra città della Calabria. Soverato tornerà ad aver il primato di centro turistico regionale che ha sempre avuto fino a qualche anno fa e, ora, è il momento di risalire e rinascere dalle situazioni buie che abbiamo vissuto. Da un lato i parcheggi a pagamento sarebbero legittimati per evitare la sosta selvaggia, non tutti infatti hanno buon senso civico e stradale, dall’altra parte però, per onestà mi sento di dire che la città non è ancora pronta al 100%, alcuni servizi mancano. Quindi niente parcheggi a pagamento. La città il prossimo anno sarà impeccabile, sono allora potrò proporre i parcheggi a pagamento. Da parte nostra c’è un grande sforzo, nonostante le difficoltà, e stiamo intervenendo con più azioni, sanando situazioni che da decenni spregiavano il nostro territorio, come ad esempio l’area Comac che è stata ripulita, ospiterà mostre e diventerà un piccolo museo; è stato cosi anche per palazzo Bencivenni, che per trenta lunghi anni non ha subìto alcun intervento nonostante si trovasse in pieno centro e in uno stato di pericolo e, a breve, sarà conclusa la villa comunale. Ma ci sono altri lavori da fare e quindi anche se il miglioramento c’è stato ed è in atto, non credo sia ancora giusto, predisporre i parcheggi a pagamento nonostante ormai ci sono ovunque e i turisti nelle loro città sono abituati a pagare. Alecci si è anche soffermato sul lato economico che i parcheggi rivestirebbero. “Rappresenterebbero un introito non indifferente – ha detto- però ad oggi non è possibile. Le persone devono prima riscoprire la città e dobbiamo essere in grado di offrire il massimo, con tutti i servizi che una città deve avere. Indirettamente non è un introito in meno in quanto, è vero che non incassiamo i soldi dei parcheggi che erano sui 10 mila euro, ma in compenso, c’è l’introito da parte dei commercianti poiché guadagnano di più nei mesi estivi, e quest’anno è previsto un flusso maggiore anche per il cartellone degli eventi presentato, molti già i biglietti acquistati, e in tal modo i commercianti possono pagare le tasse poichè fino ad oggi le quote sono state versate a singhiozzo per le difficoltà in cui versano. Ciò- ha concluso- ha innescato dei contenziosi che non portano beneficio a loro stessi, nè all’ente, quindi va bene così per quest’anno, indirettamente le casse comunali avranno una boccata di ossigeno”. Il primo cittadino, Ernesto Alecci, si è soffermato anche sulla questione della carenza dei vigili urbani. “Le risorse per i controlli sono poche – ha puntualizzato fra l’altro il sindaco in vista dell’estate- solo 4 i vigili, mi auspico di trovare delle soluzioni per questo periodo. L’obiettivo è quello di coinvolgere associazioni di volontariato che potrebbero collaborare per la gestione della viabilità con il Comune, mentre i vigili si occuperebbero del controllo del territori e di sanzionare chi non rispetta le regole. L’intenzione dell’amministrazione – ha chiuso il primo cittadino Alecci-è creare delle piccole aree a pagamento, quelle sul lungomare, ben delimitate in pochi posto auto, così chi vuole lasciare l’ auto in pieno centro a pochi metri dal mare può farlo con un contributo, ma non da quest’anno”.

Antonella Rubino, Gazzetta del Sud, 08/05/2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.