Soverato – Il teatro del 110mo

Quella del teatro è una radicata tradizione salesiana; e non ne doveva mancare uno negli intensi quattro giorni del 110mo anniversario. Teatro salesiano, s’intende, e per i contenuti, e perchè i personaggi e gli interpreti sono allievi, ex allievi e comunque vicini allo spirito di don Bosco.

L’autore è Ulderico Nisticò, che mette in scena, in ordine di comparizione
la voce narrante (Alessandro Moraca),
santa Maria Domenica Mazzarello (Vittoria Camobreco),
il beato Michele Rua (Salvatore Salatino),
il Tuttologo del paese (Franco Rondinelli),
san Giovanni Bosco (Ivan Gallucci),
e i giovani studenti del Liceo Classico Cristian Cafaro, Tommaso Cristofaro, Chiara Luna Gallucci, Giuseppe Frustaci, Pietro Mendolia, Francesco Salerno, Giulia Scopelliti, Antonino Tripodi;
impreziosiscono il lavoro il baritono Daniele Tommaso Mellace; al pianoforte Paola Riccardi; al flauto, Anna Raspa.
Il titolo è provocatorio: “Don Bosco ritorna?”

Si andrà in scena venerdì 11, alle ore 19, nell’Istituto Salesiano. Seguirà la Mostra fotografica con video.
Il tema è inquietante: i giovani del 2018 non patiscono le sofferenze di quelli dei tempi di don Bosco, ma una desolazione spirituale e un vuoto esistenziale; e sono esposti a gravi pericoli spirituali e corporali. Per questa ragione, don Rua e Madre Mazzarello, preoccupati…
E qui ci fermiamo, per non distrarre la curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.