Soverato – Inquinamento acustico, parolacce e insulti

soverato11Gentile Signore, l’abbiamo letta con grande piacere e riflettiamo con lei. C’è dunque così tanta necessità di ingiurie, parolacce e insulti per cui un’inoffensiva Pagina come la nostra offre l’occasione e la possibilità di sfogare i propri incontenibili peggiori istinti? E se questa necessità esiste, non c’è da preoccuparsi? Nella nostra Comunità non esistono la tolleranza, la disponibilità e la larghezza di vedute? E cosa insegniamo ai nostri figli che frequentano questi social e si immergono in risse inutili e volgari: per una statua non gradita da molti, per i rumori tortura di tanti… e per Pericle, il cui discorso dovremmo avere fissato nella nostra mente e ai muri della nostra casa come un quadro di valore! A noi si deve dare atto di non aver scritto alcuna volgarità, né alcuna offesa per nessuno. Siamo sbalorditi e invitiamo le Persone che come noi sbalordiscono ad esprimersi! Come vorranno, nelle modalità che preferiranno! E’ necessario un dibattito libero, aperto, focalizzato su temi importanti, che coinvolga Tutti. E’ necessario abbandonare le piccolezze e ragionare con sguardo pacato e lungimirante su cosa vogliamo che sia questa Città: una rissa strepitante e inutile, appannaggio di pochi, o un cantiere operoso che costruisca le fondamenta di una nuova Comunità. E’ necessario che si appassionino e si coinvolgano le Persone sagge, giudiziose, riflessive, intelligenti, ingegnose, generose. Pensiamo adesso ad Antonino Calabretta, indimenticato Sindaco e nume tutelare della nostra Soverato: lui sì, un Soveratese vero. Non andiamo per altre strade!

Soverato Perché 2 (Pagina Facebook)

PAGINA CORRELATA
Risposta per “Soverato – Oltre le tre del mattino…”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.