Soverato – L’occhio elettronico contro le discariche

rifiutisoverateseSe fino a qualche tempo fa era una possibilità, che l’amministrazione stava valutando, ora invece è assoluta certezza: verranno installate in questi giorni le video camere di sorveglianza per monitorare le zone periferiche della città, al fine di mettere a freno le discariche abusive che si creano quasi quotidianamente in città. “Speravo si potessero evitare- ha commentato il sindaco, Ernesto Alecci – sia perché mi appellavo alla collaborazione della popolazione , sia al senso civico e all’amore che dovrebbero avere per la loro città, nonché il rispetto per l’ambiente. Ma così non è stato è la scelta dunque è stata obbligata in quanto non si poteva continuare a vivere tra le discariche a cielo aperto”. In effetti, gli scenari di sporcizia sono diventati ormai all’ordine del giorno, portando di conseguenza ad una situazione insostenibile, soprattutto in vista della nuova stagione estiva. Che biglietto da visita sarebbe accogliere i turisti tra strade costellate da ogni ingombrante? Frigoriferi, materassi, lavatrici e tanto altro? L’ assessore Daniele Vacca, che si è occupato di valutare i preventivi,  ha specificato che non si tratta di una cifra elevata anche se, in condizioni cosi drammatiche a livello finanziario, se si fossero evitate sarebbe stato meglio, ma l’importo che l’ente andrà a spendere per l’installazione delle telecamere è pari a due mila euro. “ Diciamo che non ci hanno lasciato altra scelta- ha sottolineato- si sentono in piena di libertà di usare strade pubbliche come se fossero private, dando spazio all’assoluta inciviltà, che non è più tollerabile. Non potevamo restare a guardare con le mani in mano, non è il nostro modo di amministrare. A giorni inizieranno pertanto i lavori di installazione cosi da poter risalire in caso di altre discariche, ai principali attori”.

Antonella Rubino, Gazzetta del Sud, 23/03/2016