Soverato – Pedana per disabili sulla spiaggia solo grazie ai privati!

Mia nipote, sorella maggiore di una ragazza disabile che adora il mare, ogni estate affronta molteplici difficoltà per cercare di regalarle quei pochi attimi di spensieratezza che il mare le dà.

Nello specifico dopo aver superato ogni mattina con molta difficoltà il problema del parcheggio (spesso occupato impropriamente da persone decisamente NON disabili) quest’anno si è trovata ad affrontare un problema ancora più grande: riuscire a raggiungere la spiaggia libera, perché costretta a trascinare con grande fatica sua sorella con la carrozzina.
Ritengo che il Comune debba interessarsi della dotazione di pedane in tutte le spiagge libere e non soltanto in due punti scelti, come comunicatoci da un loro assessore.
E’ compito di ogni Comune abbattere le barriere architettoniche e permettere a lei e a chiunque altro ne abbia bisogno, in questo caso, l’accesso al mare.

Nella prima foto allegata vedete la ruspa di Saverio Galeano al lavoro per permettere ciò. Lui proprietario del bar attiguo alla spiaggia “libera ” più estesa di Soverato e soprattutto privato cittadino ha installato una pedana di scivolo perché il Comune per ottemperare a questo obbligo , dice di non aver disponibilità economiche . Tutto ciò ,dopo un anno di attese e promesse disattese . Il Comune possiede tre pedane e le colloca vicino a stabilimenti balneari e “sputi” di spiagge. In compenso però ha organizzato il “carnevale estivo” per allietare i turisti! Le maschere di questo carnevale , le dovrebbero indossare loro . I politici che si avvicendano ad ogni tornata elettorale con le loro promesse di “cambiamento”!

Nella seconda foto, mia nipote disabile che gioca con il mare.

Nelle ultime foto la pedana installata stanotte da Saverio e già pronta stamattina.

Diversa ovviamente dalle due pedane installate dal Comune,voglio precisare che il valore di questo gesto supera decisamente DI GRAN LUNGA l’ “idoneità” delle altre, considerando che Saverio e il fratello Giuseppe hanno dovuto sopperire all’enorme pendenza della spiaggia in questione.

Non possiamo quindi che ringraziarli di cuore per aver realizzato il lavoro.

Ps: Ci affidiamo alla civiltà delle persone, affinché questo bene comune venga preservato e rispettato.

Cordiali Saluti
Lina Politi

137758911369715613700063

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.