Soverato – Petizione per il mare: il singolare che diventa plurale. Grazie!

La petizione online che abbiamo lanciato qualche giorno fa per scongiurare la pratica di liberare palloncini al cielo per festeggiare la Madonna di Porto Salvo a Soverato sulle rive del nostro preziosissimo mare è stata accolta con generosa benevolenza dal sindaco di Soverato, arch. Daniele Vacca, il quale ha emesso un’ordinanza di divieto di lancio in aria di palloncini ad elio in città.

Con orgogliosa e felice commozione desideriamo ringraziarlo, così come tutte le firmatarie e i firmatari della petizione, che non aveva alcuna valenza legale, ma solo di sensibilizzazione positiva e propositiva verso un’azione semplice e nobile di rispetto della natura, oggi più che mai fragilissima per le azioni umane cui fatichiamo a rinunciare.

Esistono alternative bellissime, innovative, piccole, semplici e poetiche da realizzare ogni giorno per diventare più ecosostenibili e salvare l’umanità. Ne va della nostra stessa felicità! Sì, essere ecologisti è bellissimo: chiedetelo ai bambini che già lo sono!

Se pensiamo e agiamo ecologicamente, non salviamo il pianeta, ma – pensate! – noi stessi/e: ad essere a rischio è la sopravvivenza della specie umana. I nostri bambini e le nostre bambine saranno i più coinvolti in quanto sta succedendo al nostro pianeta.

Il sindaco ha compreso subito che si trattava di un’azione positiva di cittadinanza attiva e non di polemica. Ci siamo mosse da sole e spontaneamente, senza influencer, senza supporter, senza mezzi, senza numeri virali: abbiamo presentato la petizione con quasi 300 firme.

Oggi che insegniamo a giovani e giovanissimi che la felicità sta in milioni di seguaci, like, apparenza e consenso, ci sentiamo di dire che non è così che va: la comunità arreca vantaggio a se stessa se agisce insieme.

Non abbiate paura, ragazzi, ragazze, adulti e anziani, di partecipare attivamente alla vita civica: la nostra piccola azione singolare è diventata plurale, solidale e col solo fine volontaristico e di amore per l’ambiente e il prossimo.

W la cittadinanza attiva e la partecipazione!
Francesca Labonia e Francesca Masucci