Soverato – Sul Psc l’esecutivo spinge l’acceleratore

comunesoverato2È uno strumento importante per lo sviluppo della città, eppure fino ad oggi è stato in qualche modo trascurato, fermo al 2011. A parlare del piano comunale di spiaggia è l’assessore Daniele Vacca, il quale spiega che “Il Psc è uno strumento urbanistico per la nostra città con cui si riuscirà ad organizzare tutto l’arenile, il fronte a mare, la concessione demaniale dei lidi e tutta la parte che sta al di sopra dell’arenile. Finora, in assenza del Piano spiaggia- evidenzia- su qualsiasi concessione non si sono potute apportare modifiche poiché non è concesso dalla legge regionale. Ad oggi abbiamo avuto vari incontri con il progettista, l’architetto Gennaro Procopio, mentre l’Ufficio competente sta effettuando il censimento sulle concessioni demaniali in essere”. Il passo successivo è quello dell’adozione in sede di Consiglio comunale “ e il nostro intento è che ciò accada a breve termine .Contiamo infatti- afferma Vacca-di farlo per l’inizio del nuovo anno. Per quanto riguarda l’iter, ad adozione avvenuta, ci saranno 60 giorni per le osservazioni”. Una volta concluso il censimento è intenzione dell’amministrazione discuterne con i cittadini “perché pensiamo sia giusto e doveroso che sia così, non sarà fatto a porte chiuse”. L’assessore ha altresì focalizzato l’attenzione sui benefici :“In primis ci saranno dei criteri precisi e verranno regolamentate le concessioni già esistenti. Crediamo che gli stabilimenti balneari dovranno attuare una riqualificazione, anche per una questione di decoro urbano”. Il Piano spiaggia assume un ruolo fondamentale anche in vista del porto “ In assenza di tale strumento infatti non era possibile riavviare la procedura. Il progetto del porto è infatti fermo da tempo, proprio in virtù del mancato Piano spiaggia che dovrà prevedere il 30% di spiaggia libera. In più – aggiunge- stiamo ragionando sulle concessioni temporanee, come parco giochi e giostre, per capire che collocazione dare e se farle restare dove sono”.

Antonella Rubino Gazzetta del Sud 06/11/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.