Spara al culmine di una lite, un morto e un ferito

Un uomo di 34 anni è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di aver ucciso a colpi di pistola, la notte scorsa a Turbigo nel Milanese, un 23 enne e di aver ferito a una gamba un 30enne. L’assassino e le vittime sono di nazionalità albanese e stavano partecipando a una festa con altri connazionali quando è iniziata una lite al culmine della quale il 34enne ha sparato.

 Secondo la ricostruzione dei militari, intorno alle 23:30 durante una discussione, scoppiata per futili motivi, in un locale in via Allea Comunale, il 34enne ha tirato fuori una pistola e ha sparato contro il 30enne ferendolo al polpaccio. Gli altri partecipanti alla festa hanno quindi accerchiato l’aggressore che ha esploso altri colpi, uno dei quali ha colpito al collo il 23enne.

Il giovane è morto poche ore dopo all’ospedale di Legnano perché il proiettile ha lesionato la carotide. Il ferito al polpaccio è stato ricoverato in codice giallo all’ospedale di Busto Arsizio. L’arma utilizzata è una pistola calibro 6,35 smarrita nel 2017 in provincia di Como.