Spazzatura e incuria a Montauro

Riceviamo e pubblichiamo:
Le premesse erano delle migliori, un comune che da importanza all’ambiente con un assessorato. Eppure quest’estate, anche quest’estate, (piu degli altri anni) abbiamo assistito a scenari impensabili. Spazzatura abbandonata nel verde, spiagge sporche e cumuli di indifferenziata sul lungomare (forse discarica per le attivitá balneari). 

Gli odori nauseabondi che ti assalgono passeggiando la sera sul lungomare e i tanti secchi strapieni e sporchi non sono stati una bella vetrina per una cittadina che soprattutto l’estate, nella zona marina, è frequentata dai turisti e residenti che la vivono poche settimane all’anno.

Si è visto sulle strade, sugli spazi verdi, sulle spiagge. La “tragedia” continua con segnalazione di altri abbandoni, anche piu importanti, nel letto del torrente Ceci, che finisce in mare, portando con se rifiuti pericolosi e abbandono di rifiuti sull’angolo piu bello che dovrebbe essere valutato molto di piu: Pietragrande. 

Montauro ha bisogno di fatti concreti. La speranza è che si possa cambiare passo verso un tema molto importante, senza dare colpe, ma sottolineando quello che si vuol far finta di non vedere.

Alcuni cittadini liberi.