Squillace, una stagione turistica a gonfie vele

Durante l’estate 2020 presenze turistiche da record sulla spiaggia e nel borgo di Squillace 

Le preoccupazioni della vigilia per una stagione turistica al ribasso erano tante. I diversi operatori squillacesi operanti nei settori turistico-balneare, artigianato e gastronomia di qualità, specie dopo i tanti mesi di chiusura per l’emergenza covid, erano già preparati al peggio. Eppure non ci si è persi d’animo e l’assessorato alla programmazione e turismo, anche con il supporto della task-force comunale, fin dal mese di maggio con mirati incontri rivolti alle diverse tipologie di operatori, ha ascoltato e sostenuto le diverse esigenze, gli uffici comunali si sono adoperati per dare massima disponibilità, specie per l’utilizzo di spazi esterni. Per affrontare al meglio l’allora imminente, quanto anomala, stagione turistica si è puntato, con convinzione e determinazione, a “fare squadra”.

Particolare attenzione, in quella fase, è stata riservata verso le attenzioni che gli operatori economici avrebbero dovuto tenere per l’accoglienza in sicurezza dei turisti con le modalità e le procedure previste dalle disposizioni nazionali e regionali, distanza sociale, utilizzo di dispositivi di sicurezza in primis. Nonostante le comprensibili preoccupazioni, con le prime giornate di caldo si sono registrate presenze turistiche incoraggianti che sono aumentate con il passare dei giorni. L’amministrazione comunale di Squillace ha fattivamente contribuito al raggiungimento di questo risultato attraverso un impegno costante svolto su più fronti. Durante il periodo luglio-settembre 2020, l’amministrazione guidata dal sindaco Pasquale Muccari, ha gestito, con grande efficacia ed originalità, l’opportunità, promossa dal ministero dell’interno e rivolta ai comuni ad elevata presenza turistica denominata progetto “Spiagge sicure”.

Grazie a questa importante iniziativa- precisa l’assessore alla programmazione e turismo, il sociologo Franco Caccia, è stato possibile mettere in campo un’apprezzata campagna di informazione e sensibilizzazione ai turisti sulle modalità di prevenzione da possibili contagi Covid-19 e sui rischi derivanti dall’acquisto sulle spiagge di beni contraffatti. Per tale azione di prevenzione, continua l’assessore Caccia, oltre alla realizzazione di una mirata e gradevole cartellonistica, si è proceduto all’assunzione a tempo determinato di n. 2 agenti di polizia locale la cui presenza quotidiana sulle nostre spiagge ha contribuito in maniera significativa all’attuazione di interventi di informazione e sensibilizzazione dei turisti, in maniera diretta ed efficace.

Su questo tema, nei mesi precedenti, la task-force comunale aveva avanzato la proposta per la realizzazione di una possibile APP da utilizzare per il distanziamento sociale sulle spiagge. Contrariamente a quanto erroneamente diffuso dai consiglieri di minoranza Mesoraca e Zofrea, cosa che succede oramai ad ogni loro stereotipata esternazione, nessuno ha mai scritto che sarebbe stato il comune di Squillace a farsi carico della realizzazione dell’APP. La ricerca ostinata del difetto nell’altrui operato ha impedito ai citati consiglieri di leggere e, soprattutto, di comprendere quanto è stato per tutti chiaro fin dall’inizio, tranne che per le pochissime persone prevenute . Per essere precisi, nel mese di giugno abbiamo avuto modo di confrontare l’idea con tecnici di importanti strutture operanti nel settore dell’innovazione tecnologica, anche in collaborazione con la regione Calabria.

I tempi ristretti non hanno però permesso a queste imprese di poter assicurare un prodotto certificato con le caratteristiche richieste. Nell’ambito del progetto spiagge sicure, precisa l’assessore Caccia, il comune di Squillace ha potuto anche acquistare una nuova e funzionale autovettura, nonchè di migliorare la viabilità del lungomare. L’azione dell’amministrazione comunale è stata incessante verso il miglioramento dell’accoglienza turistica. Rientrano in questo impegno continuo, rivolto ai turisti ed alla popolazione residente, interventi qualificanti di gestione del territorio. E’ il caso del rinnovo della rete di illuminazione pubblica dell’intero lungomare, cosa che non accadeva da svariati decenni, la dotazione dello stesso di nuovi e moderni contenitori per un comodo conferimento di carta, plastica e vetro, la pavimentazione di importanti arterie del territorio comunale. Nonostante le note limitazioni del periodo, che hanno impedito a tutti i comuni di promuovere iniziative volte a creare aggregazione sociale, diverse sono state le iniziative di promozione turistica realizzate a Squillace, fin dai primi giorni del mese di luglio, quali eventi, mostre, nuove mappe e segnaletica turistica.

Non è mio costume perdere tempo in inutili quanto pretestuose polemiche da parte di chi ha molto tempo a disposizione ma poche idee utili per la crescita della collettività. Il giudizio sul nostro operato deve essere centrato sui fatti. Le presenze turistiche registrate nei mesi di luglio e agosto, ed anche nelle prime settimane del mese di settembre, sia sulle spiagge quanto presso le diverse attività economiche e siti turistici del borgo, sono state da vero e proprio record. E’ stato questo il principale obiettivo a cui, fin dall’inizio, ha puntato le proprie attenzioni questa amministrazione comunale, ed è ciò a cui, siamo certi, sono interessati sia gli operatori del settore, quanto la stragrande maggioranza della popolazione.

Nei prossimi giorni, conclude l’assessore Franco Caccia, faremo il punto sull’andamento delle diverse iniziative fin qui realizzate e, soprattutto, avvieremo un confronto con gli operatori del settore per la pianificazione della futura programmazione turistica.