Stalettì, la tradizione rivive nella chiusura del mese mariano

Bruciate le letterine con le intenzioni e le preghiere destinate alla Madonna. 

Con una solenne celebrazione eucaristica, si è concluso a Stalettì il mese mariano. L’arciprete don Roberto Corapi ha voluto far rivivere la tradizione molto suggestiva delle letterine che si bruciano ai piedi della Vergine. Tutto si è svolto all’aperto, nella piazzetta di Via Logge dedicata proprio alla Madonna.

Notevole la partecipazione popolare, di grandi, bambini e di fedeli accorsi dai paesi limitrofi. Don Roberto, nel corso della sua omelia, si è soffermato sul canto di lode del Magnificat, esortando i presenti ad essere sempre di più aderenti ai valori cristiani.

“Ritornate – ha proseguito don Corapi – a lodare il Signore sempre, a magnificare il suo santo nome, e a dire sì alla volontà di Dio, sull’esempio di Maria. Qualunque esso sia, diciamo sì al progetto di Dio su di noi”.

Alla fine, con un braciere posto ai piedi di Maria, le letterine di grandi e piccini si sono bruciate nel segno del fuoco dello Spirito Santo, per tutte le intenzioni e preghiere, propositi saliti al cielo per mano della Madonna.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.