Stasera a Soverato la presentazione del libro “Dietro una porta ho atteso il tuo respiro”

La Kalibreria di Soverato è lieta di invitarvi al quarto appuntamento della rassegna culturale “Kalibri d’Autore”. Lo scrittore Giuseppe Gervasi presenta il suo lavoro “Dietro una porta ho atteso il tuo respiro”e apre la sua vita ai lettori per raccontare ciò che, purtroppo, spesso capita a tanti cittadini calabresi: la necessità di andare fuori regione per sottoporsi a cure mediche.

I “viaggi della speranza” per curarsi negli ospedali del centronord sono una triste costante per chi abita nel Meridione d’Italia, i cui servizi sanitari, nonostante l’impegno e lo spirito di abnegazione di molti medici e infermieri, sono spesso carenti.
La storia narrata è frutto dell’esperienza personale dell’autore e di sua moglie, operata e curata in un ospedale romano.
Una vicenda comune a molte famiglie, ai tanti “pendolari della sanità” che trascorrono notti in autobus per una visita, una serie di esami diagnostici, un ricovero.

L’autore, con impareggiabile sensibilità, cattura il cuore del lettore e lo porta in corsia, tra quell’umanità varia che vive le stesse paure, i medesimi patemi e la cui speranza si misura dal grado di avanzamento della malattia.
Tra un trancio di pizza dietro l’angolo e uno sguardo agli infiniti scorci della città eterna, tra un referto e la prossima prenotazione, le distanze tra l’angoscia del “prima” e il lieto fine del “dopo” si accorciano, così come, col passare delle settimane, si riesce a conciliare la frenesia della metropoli col ricordo della quiete del paese.

Anche questa è vita.
Anche questo è amore, la medicina più efficace di tutte.
Dialogherà con l’autore la giornalista Maria Anita Chiefari.
Ricordiamo che parte dei proventi ottenuti dalla vendita dei libri sarà devoluto a favore dei malati oncologici.
La presentazione avrà luogo questa sera alle ore 21:30 a Soverato presso la pineta sita tra via Zumpano e via Cristoforo Colombo e adiacente al Lungomare Europa.