Stati Uniti, 18enne spara e uccide 19 bambini e un insegnante

Intorno a mezzogiorno di mercoledì 24 maggio un diciottenne ha aperto il fuoco nella Robb Elementary School, un grande complesso che ospita circa 600 studenti, in Texas: in un primo momento si era parlato di 14 morti, ma il bilancio si è aggravato con il passare delle ore. Lo sparatore è stato ucciso.

Il responsabile dell’attacco è Salvador Ramos, studente del liceo che fa parte del complesso scolastico. Prima di compiere la strage, il giovane ha sparato alla nonna: una 66enne che si trova in gravi condizioni.

La strage di Uvalde è la più grave tra quelle consumate in una scuola negli Stati Uniti. Anche peggiore di quella di Columbine, nel 1999. Ma quella degli assalti armati nelle scuole è una lunga scia di sangue che tormenta gli Stati Uniti dal 1966.