“Storie di Alternanza”, la Cciaa di Catanzaro premia i migliori video-racconti realizzati dagli studenti

Sono stati consegnati dalla Camera di Commercio di Catanzaro, nella mattinata di giovedì, i premi “Storie di Alternanza” agli studenti protagonisti di percorsi di alternanza scuola-lavoro che hanno raccontato il proprio progetto attraverso un video riassuntivo. Primi classificati della seconda sessione della terza edizione 2019, i ragazzi dell’IIS “V. Emanuele” di Catanzaro con il progetto “S-Bancando s’impara” realizzato in collaborazione con la filiale catanzarese della Banca d’Italia e seguiti dalla prof.ssa Graziella Catrambone. A loro, la commissione ha consegnato un premio di €1500 spendibile in materiale didattico.

Secondi classificati (€1000), i ragazzi dell’ITT “G. Malafarina” di Soverato, grazie al video in cui hanno raccontato il loro progetto “PCTO – Attraversando l’Europa”, realizzato con il supporto della prof.ssa Savina Moniaci e di dodici aziende tra Italia, Irlanda, Belgio e Malta. Terzo classificato (€500) il liceo scientifico “L. Siciliani” di Catanzaro, che con un’animazione video hanno raccontato il loro progetto di agricoltura smart “Raspberry sorprendente: precision farming”, realizzato con l’assistenza del prof. Francesco Scerbo e in collaborazione con l’azienda agricola Torchia.

Alla cerimonia di premiazione e presentazione dei progetti, particolarmente partecipata da parte di diversi istituti scolastici provinciali, hanno preso parte il presidente della Cciaa di Catanzaro Daniele Rossi, la vicepresidente Tommasina Lucchetti, il segretario generale dell’Ente Maurizio Ferrara e l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione del Comune di Catanzaro Concetta Carrozza.

«Sono felice di vedere questa sala piena – ha detto Rossi nel suo saluto introduttivo ai ragazzi e ai docenti -. Questi appuntamenti extrascolastici sono occasione di stimolo e confronto reciproco e consentono ai ragazzi di mettersi in gioco su terreni a loro ancora sconosciuti. I progetti che sono stati presentati, poi, sono di estrema qualità e mettono in evidenza quanto possano essere utili per la formazione degli studenti iniziative che mettono al centro delle esperienze professionali. I percorsi di alternanza scuola-lavoro, se realizzati in contesti sani e con attenzione vera alla formazione, sono in grado di dare ai ragazzi non solo nuove competenze, ma anche la possibilità di scoprire passioni ancora sconosciute. Voglio quindi ringraziare le imprese che hanno scelto di collaborare al progetto, i docenti che si mettono a disposizione e soprattutto voi ragazzi per aver portato avanti con estrema serietà e impegno queste iniziative. Complimenti sinceri a voi perché la vostra attenzione a questi progetti è sintomo di concreto interesse verso quello che sarà il vostro futuro».

Gli elaborati premiati nel corso della manifestazione catanzarese, accedono di diritto alla fase nazionale e competeranno con i prodotti realizzati da tante scuole di tutto il territorio italiano.