Strepitoso successo per la commedia “Se mai mi sposerò” dalla compagnia “Il sipario” di Napoli

DSC_5448Ha riscosso un successo strepitoso la commedia “Se mai mi sposerò”, messa in scena dalla compagnia “Il sipario” di Napoli, scritta e diretta da Sasà Palumbo, codirettore insieme a Nicola Morelli e Walter Vasta della fortunatissima rassegna teatrale “Vacantiandu – Città di Lamezia Terme” che ha preso il via lo scorso 28 novembre e che sta per giungere al termine. Bravissimi tutti gli attori in scena, che hanno conquistato con le loro esilaranti battute, ma soprattutto con la loro mimica e la loro gestualità, il pubblico presente ai due spettacoli andati in scena al Teatro Politeama Costabile di Lamezia Terme.
La storia è quella di un giovane, Filippo, che sta per sposarsi, che i giorni prima del fatidico “sì” viene “bombardato” dai consigli contrastanti che gli danni i due fratelli: da una parte c’è Sasà, che ha alle spalle due matrimoni falliti, che cerca in tutti i modi di convincere il fratello minore a non sposarsi. Dall’altra parte c’è il fratello Andrea che, single per scelta e quindi senza esperienze matrimoniali, spinge il fratello Filippo a fare questo importante passo. Nella casa dei fratelli Venturini si vivono quindi attimi di trepidazione durante i preparativi del matrimonio di Filippo, sottomesso a continue pressioni psicologiche da parte dei due fratelli. Sasà, che si trova ad affrontare le difficoltà economiche e non, per garantire gli alimenti ai propri figli e alle due ex mogli, fa di tutto per scoraggiare il fratello, tentando così di boicottare il matrimonio. In opposizione alle pressioni psicologiche di Sasà, ci sono i vari consigli di incoraggiamento di Andrea, fratello maggiore del futuro sposo, che tenta in tutti i modi di far comprendere a Filippo la felicità e la gioia di metter su famiglia con la donna che si ama.
Quando arriva il grande giorno, Filippo entra in una crisi profonda, anche per via della festa a sorpresa per l’addio al celibato e la notte trascorsa con una “infermiera”: per questo chiede aiuto al pubblico su come comportarsi. Alla fine, prevarrà l’amore per la sua donna, anche se appena dopo pronunciato il fatidico “sì”, inizia subito il primo battibecco tra marito e moglie. Bella e apprezzata anche la scelta di scendere dal palco e coinvolgere il pubblico in questo turbinio di sentimenti: un modo per rendere partecipe gli spettatori in questo “teatro nel teatro”.
Insieme a Sasà Palumbo, sono saliti sul palco Raffaele Wirz, Anna Pirolli, Silvia Licenziato, Rosa Cece, Ciro Lago, Gianni Palumbo, Sara Palumbo, Elisabetta Fulgione e Giuseppe Wirz. Scene Giovanni Palumbo; trucco Rosa Cece; effetti Fox Marsella, tecnico Raffaele Guadagno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.