Studentessa aggredita con pugno al volto da sconosciuto, forse ‘knockout game’

Una studentessa di 16 anni, che stava recandosi a scuola insieme con una compagna, è stata colpita con un pugno sul viso da un uomo con giubbotto nero e cappuccio che, correndo, le si è scagliato improvvisamente contro. La giovane, tramortita, è stata soccorsa dalla compagna e da un automobilista di passaggio che l’ha accompagnata in ospedale. Il fatto è accaduto a Crotone, e risalirebbe al 14 dicembre scorso. La polizia ha anche confermato di aver identificato e denunciato l’aggressore.

Restano da capire, però, i motivi che hanno spinto l’uomo a compiere il gesto. Tra le ipotesi prese in considerazioni dalla Polizia, oltre a quella del gesto folle, che si sia trattato di un caso di “knockout game”, cioè colpire un passante a caso e tramortirlo mentre, in genere, un’altra persona con il cellulare riprende la scena per poi riversare la ripresa su internet.

La presenza dell’automobilista si sarebbe rivelata preziosa per le indagini in quanto la sua vettura era munita di una “dash-cam”, le videocamere che riprendono le immagini di quello che avviene in viaggio. Con quelle riprese gli agenti delle Volanti sono risaliti all’aggressore, un 31enne di Crotone. Il dirigente della squadra Volanti della Questura di Crotone Corrado Caruso ha rivolto un invito a famiglie e scuola che seguano i ragazzi nell’uso della rete per evitare che ci siano emulazioni con effetti pericolosissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.