Tenta di dar fuoco ad auto sorella ex moglie, 73enne arrestato

Brutta domenica per due sorelle catanzaresi dove, in località Mater Domini, si sono trovate di fronte ad un’ennesima dimostrazione di violenza da parte dell’ex marito di una delle due. I fatti risalgono alla mattina di domenica quando una delle donne ha notato che alla sua autovettura, parcheggiata sotto casa, era stato frantumato un finestrino.

Avvicinatasi alla macchina è stata attirata dal forte odore di benzina: sul sedile e sul tappetino erano state, infatti, riposte due taniche di benzina da circa 5 litri con alcuni stracci i quali, fuoriuscendo dalle taniche, fungevano da innesco per appiccare un incendio che, fortunatamente, si sarebbe estinto da solo. La proprietaria ha così richiesto l’intervento dei carabinieri della locale Stazione di Gagliano che, giunti sul posto, hanno effettuato i primi accertamenti del caso, riscontrando una sfiammata molto evidente sulla parte anteriore destra della carrozzeria, a significare che effettivamente un principio di incendio vi è stato e quindi non si è trattato solo di un gesto “dimostrativo”.

Al termine dei rilievi, improvvisamente, un uomo a bordo di una macchina si è avvicinato all’area. I Carabinieri, insospettitisi, lo hanno intercettato e identificato sul posto. Si trattava proprio dell’ex marito, P.G., 73enne crotonese con precedenti di polizia, già ripetutamente denunciato dall’ex moglie e dalla sorella di quest’ultima per precedenti episodi di appostamenti sotto casa, minacce e vessazioni subite nel corso degli ultimi due anni, ovvero da quando i due non convivono più sotto lo stesso tetto. L’uomo, sottoposto a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di due coltelli e di una spranga di ferro e nel corso dell’identificazione ha proferito molteplici volte, alla presenza dei Carabinieri, frasi intimidatorie con minacce di morte all’indirizzo dell’ex moglie e dei suoi familiari.

L’episodio di ieri si aggiunge a quello della stessa indole verificatosi alle prime luci dell’alba di venerdì scorso, quando la macchina di proprietà dell’ex coniuge dell’uomo è stata invece letteralmente divorata dalle fiamme. I Carabinieri hanno pertanto sottoposto a sequestro le taniche oltre ai coltelli ed alla spranga, mentre per l’uomo è scattato l’arresto per atti intimidatori e danneggiamento seguito dal tentativo di incendio. I militari dell’Arma, su disposizione dell’A.G., hanno condotto l’uomo presso la casa circondariale di Siano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.