Tenta di uccidere il vicino di casa con un fucile dopo una lite, 64enne arrestato

A seguito di una lite per motivi di vicinato (avrebbe accusato il “rivale” di avergli avvelenato dei cani), ha sparato all’indirizzo del vicino, un 63enne, diversi colpi con un fucile legalmente detenuto per poi darsi alla fuga.

I militari del NOR – Sezione Operativa della Compagnia di Catanzaro e della Stazione di Marcellinara hanno successivamente arrestato, in quasi flagranza di reato, un 64enne di un paese dell’entroterra catanzarese, accusato di tentato omicidio. Nella mattinata odierna i carabinieri, a seguito di segnalazione di alcuni cittadini, sono intervenuti presso un’abitazione isolata dove poco prima il 64enne avrebbe commesso il reato.

Il ferito è stato condotto al pronto soccorso dell’Ospedale Pugliese – Ciaccio di Catanzaro dove si trova tuttora in gravi condizioni per le ferite riportate. Le immediate ricerche, effettuate dai militari della Compagnia di Catanzaro nei terreni e abitazioni in uso all’uomo lo hanno costretto a costituirsi presso la Stazione di Marcellinara dove ha sostanzialmente ammesso le proprie responsabilità.

L’uomo, anche a seguito delle altre attività investigative effettuate tra cui il rinvenimento e sequestro dell’arma utilizzata per l’atto criminoso, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e condotto nella casa circondariale di Catanzaro. Il procedimento penale è ancora nella fase delle indagini preliminari.