Tentano la truffa dello specchietto ma l’anziano li incastra, due denunce

 Lo scorso mese di agosto, un pensionato in vacanza a Pizzo si è presentato alla stazione dei carabinieri denunciando di essere stato vittima di un tentativo di truffa. Ha quindi raccontato di essere stato deliberatamente urtato nelle vicinanze del lungomare da uno scooter di colore azzurro con a bordo un uomo ed una donna mentre era a bordo della propria autovettura in transito.

Questi ultimi, a seguito del contatto con la vettura del pensionato, lo hanno immediatamente aggredito verbalmente accusandolo del sinistro pretendendo con insistenza di essere risarciti in contanti di un presunto danno alla carrozzeria.

L’anziano, nonostante l’insistenza dei due non si è perso d’animo ed ha rifiutato di risarcire il presunto danno in assenza dell’intervento dei carabinieri per i rilievi del caso. Considerata l’intenzione di chiamare il 112, i due individui si sono dati alla fuga non prima però che l’anziano avesse memorizzato le loro caratteristiche fisiche ed il tipo di mezzo utilizzato.

I militari di Pizzo, sulla base delle informazioni ricevute dall’uomo, hanno dunque iniziato controlli approfonditi, identificando i presunti responsabili del tentativo di truffa, entrambi campani e già noti alle forze dell’ordine. La posizione dei due è ora all’esame della Procura della Repubblica di Vibo Valentia guidata dal procuratore Camillo Falvo.