Torna a casa ubriaco e picchia moglie e figlio, poi si accoltella al ventre

E’ tornato a casa ubriaco, ha alzato le mani su moglie e figlio. Poi ha preso un coltello da cucina e si pugnalato. Questa l’incredibile vicenda che si sono ritrovati davanti ieri sera li agenti della Squadra volanti di Crotone. I poliziotti, dopo una telefonata al 113 da parte della donna che chiedeva aiuto, sono arrivati in un’abitazione del centro storico cittadino, trovandosi subito l’uomo davanti che, a torso nudo e con in mano un grosso coltello, presentava un vistoso taglio sull’addome da cui usciva copiosamente del sangue.

Con non poche difficoltà gli agenti sono riusciti a disarmarlo e a richiedere l’intervento del 118 che lo ha poi portato in ospedale per essere curato.

Il fatto è avvenuto intorno alle 20.30 di ieri sera, sabato 21 ottobre. I poliziotti hanno raccolto la testimonianza della moglie che ha raccontato di essere fuggita in strada insieme al figlio dopo che il marito aveva dato in escandescenze, aggredendoli, e che lo stesso si era autoinflitto le ferite.

Per lui, un 39enne dello Sri Lanka, H.R.R., è così scattato l’arresto per maltrattamenti in famiglia e resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Denunciato anche per porto di armi o oggetti atti ad offendere è stato dapprima piantonato in ospedale, dov’è stato curato, e stamani rinchiuso nella Casa Circondariale di Crotone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.