Torre di Ruggiero – Consegnato il Pericles International Prize

periclePresso l’agriturismo “Torello” di Torre di Ruggiero, si è svolta la cerimonia di consegna del Pericles International Prize, al prof. Roberto Crea, chimico di fama internazionale, leader del progetto che ha prodotto per primo l’insulina umana ricombinante, utilizzata per la cura del diabete di cui, nel mondo, soffrono ben 450 milioni di persone. Il presidente del sodalizio, prof. Giuseppe Nisticò, nell’illustrare le motivazioni del conferimento del prestigioso premio e alcune delle tappe più significative delle attività di ricerca del prof. Crea, considerato tra i padri fondatori delle biotecnologie e che ha prodotto altri farmaci e moderni anticorpi monoclonali, utilizzati per la cura del cancro e di altre malattie degenerative, ha auspicato che gli venga assegnato il premio Nobel. Dopo la consegna del premio per mano del prof. Nisticò e dell’on. Stefania Covello, ha preso la parola il prof. Roberto Crea, che ha rivendicato, con orgoglio, le sue origini calabresi, essendo nato a Palmi (Rc), ed avendo vissuto in diverse località della Calabria fino al conseguimento della laurea. Nel ripercorrere il suo cammino di ricercatore, in Olanda e a San Francisco, in California, ha detto di “non essere fuggito dall’Italia, ma di esser andato all’estero per imparare”, portandosi dietro tutti i valori acquisiti nella famiglia, nella società e all’università, e di accettare il premio come una sfida per il futuro. L’on. Stefania Covello, nel suo intervento ha auspicato un incontro di tutte le celebrità calabresi sparse nel mondo, da realizzarsi in collaborazione tra la fondazione della Carical ed il Pericles Internationa Prize.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *