Tragedia in Calabria, entra nello stadio e usa la porta per impiccarsi

Un uomo di circa 40 anni di cui non é stata resa nota l’identità è entrato la scorsa notte nello stadio “Granillo” di Reggio Calabria è si è tolto la vita impiccandosi alla traversa della porta di calcio situata sotto la curva Sud dello stadio in cui gioca la Reggina.

Sul posto è intervenuta la Polizia di Stato e gli uomini della scientifica che stanno effettuando i rilievi. Non é escluso che il 40enne per introdursi nell’impianto abbia scavalcato una recinzione e gli investigatori non sembrano avere dubbi sul fatto che si tratti di suicidio.

Ora grazie alle telecamere di videosorveglianza del “Granillo” stanno cercando di ricostruire come sia stato possibile che l’uomo sia riuscito a entrare di notte nello stadio chiuso e si sia tolto la vita.

Dai primi accertamenti, si esclude che il suicida sia collegato alla Reggina calcio o al mondo degli ultras della formazione amaranto.