Tragedia in Inghilterra: giovane donna calabrese travolta e uccisa da un’auto, donati gli organi

Per quattro giorni ha lottato in un letto d’ospedale tra la vita e la morte. Quando si è capito che non c’era più nulla da fare si è proceduto all’espianto degli organi per salvare e donare una speranza ad altre persone. Cinzia Ceravolo, 36 anni, assistente di volo, si era trasferita in Inghilterra.

Originaria di Petrizzi è deceduta ieri in ospedale a Liverpool a seguito delle gravi ferite riportate dopo essere stata investita da un’auto nei pressi dell’aeroporto John Lennon di Liverpool. L’incidente risale alla sera del 22 agosto scorso.

Era appena rientrata in città dopo due giorni di assenza dal lavoro, proveniente da Dublino, con un volo della Ryanair atterrato alle 23.20 quando un’auto l’ha investita. Nell’impatto la 36enne aveva riportato ferite alla testa e le sue condizioni erano state giudicate critiche.

La polizia locale in poche ore ha arrestato un uomo di 30 anni di Speke, con l’accusa iniziale di aver causato gravi lesioni dovute alla guida pericolosa e sotto effetto di stupefacenti ma ora le accuse si sono aggravate.

Intanto alcuni conoscenza della vittima hanno avviato una raccolta fondi online per il rimpatrio in Calabria della salma della giovane. I suoi organi sono stati donati. “Non c’è niente al mondo – scrivono – che possa mai riparare il gigantesco vuoto che Cinzia ha lasciato, ma vorremmo dare ai genitori la possibilità di piangere senza doversi preoccupare del costo finanziario. Ringraziamo tutti coloro che hanno fatto o faranno una donazione. Cinzia, ci mancherai sempre e ti ricorderemo”.