Trasversale: Roma locuta, causa finita

 Nel nostro caso, ha parlato la Prefettura, che a Catanzaro rappresenta Roma. Per chi non lo sapesse, la minoranza di Satriano aveva minacciato sfracelli e denunzie e scioglimento del Consiglio; e invece la Prefettura ha decretato che la delibera del Comune di Satriano è legittima.

 Quale delibera? Quella che autorizza il progetto della Trasversale. “Ora che ha deciso Roma, il processo è finito”. Amen!

 Alla data del 12 settembre, potrebbero iniziare i lavori. Ne dubito, ovviamente, anzi siamo solo al punto di partenza. Sempre meglio che niente, però, rispetto a prima, quando si annaspava.

 Ci sono i soldi? Dicono di sì, ma anche su questo argomento io mi esprimo per fede.

 A proposito di lavori e di soldi: dei venti (20) partiti che campeggiano sul manifestone murale e sono in campagna elettorale, non uno (01) ha detto una (01) parola sulla Trasversale. Ora è tardi, e farebbero più bella figura a non arrampicarsi sui muri lisci alla scolata dell’otre, ovverosia in zona Cesarini.

 Per quanto mi riguarda personalmente, saprò regolarmi il 25 settembre.

 Il Comitato “Trasversale delle Serre, Cinquant’anni di sviluppo negato” continua a vigilare e a pungolare chiunque di competenza, come sta facendo da anni; e qualcosa di sostanzioso ha già portato a casa.

Ulderico Nisticò