Tre vigili del fuoco morti per l’esplosione di una cascina, uno è calabrese

C’è anche un vigili del fuoco di origine calabrese tra le tre vittime dell’esplosione di una palazzina disabitata avvenuta intorno alle 2 della scorsa notte a Quargnento, in provincia di Alessandria. Secondo le prime informazioni, una squadra di vigili del fuoco era intervenuta per la segnalazione di una fuga di gas arrivata dopo la mezzanotte.

Si tratta di Antonio Candido, 32 anni, di origini reggine e da non molto entrato nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Con lui sono morti anche i colleghi Matteo Gastaldo, 46 anni, Marco Triches 38 anni. Altri due pompieri e un carabiniere sono rimasti feriti e sono stati trasportati negli ospedali vicini.

Secondo le prime informazioni, c’erano bombole a gas nella cascina di Quargneto, in provincia di Alessandria, dove è divampato l’incendio che ha causato tre le vittime, tutti vigili del fuoco, e altrettanti feriti. I pompieri sono intervenuti per spegnere l’incendio, ma all’improvviso sono stati travolti da una forte esplosione che ha causato il crollo della struttura.

I carabinieri non escludono l’ipotesi dolosa, dal momento che sono stati rinvenuti alcuni inneschi. Molti gli attestati di dolore e solidarietà nei confronti delle vittime e del Corpo dei vigili del fuoco.