Treni turistici: in arrivo il Treno dei Giganti della Sila

Alla scoperta dei Giganti della Sila è un evento che si rinnova per la seconda volta, frutto della partnership tra FAI – I Giganti della Sila e Associazione Ferrovie in Calabria.

Affidata in concessione al Fondo Ambiente Italiano dal Parco Nazionale della Sila nel 2016, la Riserva Biogenetica Protetta I Giganti della Sila rappresenta un monumento naturale di estrema rarità in Europa, scrigno di una biodiversità unica e testimonianza dell’antica e maestosa Silva Brutia (citata peraltro da Virgilio e Plinio).

L’Associazione Ferrovie in Calabria nasce nel 2012 e da allora si impegna ad organizzare esperienze di viaggi uniche in Calabria con treni storici a vapore e diesel degli inizi del secolo scorso, oltre a promuovere e diffondere la cultura del trasporto su rotaia.

“Il Treno dei Giganti”, così come in tanti lo chiamano, è un’esperienza turistica entusiasmante per chi la vive. A bordo di storiche vetture, i viaggiatori raggiungeranno la stazione di San Nicola Silvana Mansio, partendo da Moccone e passando per Camigliatello Silano. Lungo il tragitto si avrà modo di osservare paesaggi mozzafiato, accompagnati da degustazione di prodotti tipici e musica popolare calabrese. Ma soprattutto gli ospiti verranno accompagnati ai Giganti, dove una guida specializzata spiegherà il perché questa Riserva sia addirittura una delle leve principali per la candidatura della Sila a diventare Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Il 25 marzo, inoltre, è un giorno speciale. È il giorno in cui ricorrono le Giornate FAI di Primavera, un evento che dal 1993 rappresenta uno degli appuntamenti più importanti del panorama culturale italiano, un evento nazionale di grande attrattiva in cui scoprire la bellezza d’Italia.

L’iniziativa è svolta con il patrocinio del Parco Nazionale della Sila, dell’ Assessorato al Turismo Comune di Spezzano della Sila-Camigliatello, della Regione Calabria, G.A.L. SILA ed in collaborazione con Il Treno della Sila – Ferrovie della Calabria.
Un insieme di aspetti trasversali quindi (viaggio, cibo, musica, cultura, natura), con un obiettivo comune: valorizzare l’altipiano silano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.