Uccide il proprio cane facendolo annegare, denunciato

Il Comune di Praia a Mare (Cosenza) si costituirà parte civile nel processo che si terrà contro un uomo che è stato denunciato per aver fatto morire, per annegamento, il proprio cane.

Stessa decisione è stata presa dalla Lega nazionale per la difesa del cane. Il fatto è avvenuto qualche giorno fa proprio a Praia, sull’alto tirreno calabrese.

L’uomo, come in preda ad un raptus, ha gettato più volte il suo cane nell’acqua del mare, davanti a molti bagnanti, che hanno subito avvisato le forze dell’ordine di quanto stava accadendo.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Scalea, i Carabinieri Forestali e due agenti della Polizia Municipale, che sono poi riusciti a fermare l’uomo, a denunciarlo e a multarlo, ma per l’animale era troppo tardi.