Ucciso a colpi di arma da fuoco, due persone fermate

Gli inquirenti avrebbero sottoposto a fermo due soggetti per l’omicidio di Giovanni Tersigni, raggiunto da alcuni colpi di fucile sabato sera e deceduto in ospedale. Secondo gli inquirenti il delitto sarebbe maturato per motivi legati allo spaccio di stupefacenti.

Nonostante le difficoltà riscontrate nelle indagini, vista l’assenza di telecamere nel centro storico di Crotone, gli inquirenti sarebbero riusciti a risalire a due persone sarebbero anche sulle tracce di un terzo soggetto.

I due fermati sarebbero un 30enne crotonese con precedenti per droga e un 20enne bulgaro. Maggiori dettagli verranno forniti nella mattinata odierna, alle 11, in occasione della conferenza stampa indetta alla presenza del procuratore capo della Repubblica di Crotone, Giuseppe Capoccia e il questore Massimo Gambino.