Ucciso e fatto sparire a Guardavalle, pm chiede ergastolo per presunto omicida

Corte_di_Appello_di_CatanzaroIl pubblico ministero Vincenzo Capomolla ha chiesto la condanna all’ergastolo per Michele Lentini accusato dell’omicidio e l’occultamento del cadavere di Giuseppe Todaro, scomparso la sera del 22 dicembre del 2009 a Guardavalle. Nel corso della sua requisitoria davanti alla Corte d’Assise di Catanzaro, il pm ha sostenuto che l’imputato “ha partecipato alla preparazione e alla esecuzione dell’omicidio di Todaro che per le sue velleità criminali era divenuto un pericolo per la cosca di Soverato”. Un delitto, ha aggiunto il magistrato, da inquadrarsi nell’ambito dello scontro per il controllo del territorio Soveratese che ha visto contrapposte la storica cosca dei Gallace a quella emergente dei Sia-Tripodi-Procopio. Secondo l’accusa, Lentini, assieme a Vittorio Sia (ucciso poi in un agguato) e Maurizio Tripodi (già condannato a 20 anni nel processo d’appello), avrebbe attirato la giovane vittima in una trappola. Prelevato e nascosto in un furgone, Todaro sarebbe stato poi ucciso a San Sostene e il suo corpo sotterrato con l’aiuto di un escavatore. Si tornerà in aula il prossimo 23 giugno per le arringhe degli avvocati difensori Nicola Cantafora e Massimo Scuteri.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati