Ultimato il programma della seconda edizione del Roccella Summer Festival

Quattordici eventi nazionali ed internazionali: sono gli appuntamenti della seconda edizione del Roccella Summer Festival, la rassegna di spettacoli realizzata in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Roccella Jonica (Rc) al Teatro al Castello. 

Nei giorni scorsi è stato ufficialmente ultimato il programma di eventi che comincerà il 18 luglio con il concerto di Mahmood, vincitore dell’ultimo Festival della Canzone italiana a Sanremo in coppia con Blanco. La programmazione si chiuderà il 7 settembre con il concerto di Elisa.

Il Roccella Summer Festival si impone, dunque, come un diamante per l’intero centro sud italiano per ciò che concerne la musica dal vivo: con i suoi quattordici appuntamenti è diventato in soli due anni di organizzazione uno dei festival più importanti del Meridione. Notevole anche la location in cui il Roccella Summer Festival ha luogo: la splendida cornice del Teatro al Castello che quest’anno avrà una capienza maggiorata, fino a tremila spettatori.

Per quanto riguarda il resto della programmazione, il Roccella Summer Festival avrà un cast di notevole risonanza, ospitando tanti generi musicali, strizzando l’occhio soprattutto al pubblico più giovane. Oltre a Mahmood, ci saranno Coez, Fabri Fibra, Fabrizio Moro, Marracash, Achille Lauro, Tananai, Madman, e pure Sangiovanni e Madame. Non mancheranno anche scelte più raffinate come la già citata Elisa, e poi Tommaso Paradiso, Mannarino e il concerto di Antonello Venditti e Francesco De Gregori insieme sul palco di Roccella Jonica.

La cittadina calabrese si appresta a ospitare quindi tre mesi di musica da luglio a settembre, affiancando al consueto turismo che la contraddistingue pure quello richiamato dai grandi eventi musicali. Il Roccella Summer Festival è infatti la dimostrazione che anche in Calabria si possono fare turismo, cultura e promozione del territorio: Roccella Jonica e il suo sindaco Vittorio Zito, insieme all’Amministrazione tutta, dimostrano, insieme a una squadra di professionisti organizzatori del Festival, di voler guardare non solo al loro territorio, ma alla Calabria tutta.