Una pistola nell’armadio tra i vestiti, 20enne arrestato

polizia-indaginiCustodiva nell’armadio della propria camera da letto una pistola calibro 9 parabellum con matricola abrasa, completa di caricatore rifornito di 10 cartucce ed altre 5 cartucce dello stesso calibro contenute all’interno di un involucro. Per questo motivo un ragazzo di 20 anni, M. S., è stato arrestato dalla Polizia.

L’attività di polizia giudiziaria è stata condotta dagli investigatori della Squadra Mobile della Questura, coadiuvati da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza ed è stata svolta nell’ambito del piano di contrasto convenzionalmente denominato “Focus ‘ndrangheta”, con relativi servizi disposti dal Questore Claudio Sanfilippo.

Il personale ha effettuato una serie di perquisizioni nei confronti di persone ritenute di interesse investigativo. Avendo il sospetto che nella casa del 20enne fossero nascoste armi, gli agenti hanno effettuato una perquisizione. Nella stanza da letto del ragazzo, precisamente all’interno dell’anta sinistra dell’armadio, avrebbero trovato sotto una pila di abiti e avvolta in uno straccio di colore bianco, la pistola semiautomatica calibro 9 parabellum, completa di caricatore, corredata di ulteriore involucro di cellophane e carta contenente 5 cartucce del medesimo calibro della pistola.

L’arma, in perfette condizioni e accuratamente oleata, presenta una abrasione sul carrello che rende illeggibile la matricola; tale espediente serve a impedire di risalire alla reale provenienza della pistola, rendendola, così clandestina.

Per questo motivo la pistola e le munizioni sono state sequestrate e il ragazzo arrestato e associato presso la locale casa circondariale a disposizione del pm di turno. Il ragazzo dovrà rispondere dei delitti di ricettazione e detenzione illegale di arma clandestina tipo guerra.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.