Una tesi di laurea sulle Rems di Girifalco

“L’evoluzione dei servizi di salute mentale. Dagli OPG alle innovative esperienze org.ve delle REMS: la realtà calabrese”.

Ha questo tema la tesi di laurea con cui la girifalcese Emily Riillo ha conseguito il titolo presso la facoltà di Sociologia dell’Università Magna Graecia di Catanzaro (relatore prof.ssa Concetta Lucia Cristofaro e correlatore Anna Maria Melina). 

Il lavoro della giovane studentessa è stato raccontato dall’Amministrazione Comunale sui profili social dell’Ente rivolgendo alla stessa gli auguri e i complimenti per il risultato conseguito.

“Emily – si legge sui social del Comune – ci ha dato la possibilità di leggere il capitolo della tesi dedicato alle Rems, le Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza che, da pochi giorni, hanno aperto i battenti a Girifalco consolidando la lunga tradizione della sanità psichiatrica del nostro territorio. E di esso vi offriamo alcuni spunti, particolarmente, interessanti”.

“Questo lavoro di tesi – scrive Emily nella sua tesi – è il frutto di un’analisi in merito all’evoluzione dei servizi di salute mentale, attraverso una ricerca bibliografica ed una ricerca qualitativa da me effettuata, con particolare attenzione al passaggio dagli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziali), comunemente chiamati “manicomi criminali” o “asili”, alle nuove esperienze organizzative delle REMS (Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza). Questo mio interesse nasce dal percorso di stage che ho svolto presso le Strutture Residenziali Psichiatriche di Girifalco (luogo già noto per la sua lunga storia psichiatrica), strutture analoghe alle REMS, facenti parte del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze”. 

Lo studio della giovane studentessa è un viaggio, dunque. 

Dagli OPG alle Rems ritenute dalle neo laureata “una conseguenza ed una risposta al cambiamento di opinione sul concetto di “pazzia” e queste seguono una logica ben precisa: fare giustizia oggi è sinonimo di riabilitare, non più di sorvegliare e punire. Questo si traduce concretamente con un cambio dell’organico interno: gli operatori che ne fanno parte sono figure mediche quali psicologi, psichiatri, infermieri, oss, ass. sociali e tecnici della riabilitazione. Aprono le porte il 17 ottobre 2022 e sono le prime REMS con sede definitiva della Calabria, a Girifalco; oggetto di studio di questa ricerca. È un caso il fatto che l’apertura è avvenuta proprio in ottobre, il mese in cui si celebra la Giornata Mondiale della Salute Mentale”. 

“L’apertura di queste nuove REMS rappresenta un grande passo avanti per la Regione, poiché questi nuovi posti letto permettono di sbloccare le liste d’attesa e di far rientrare i pazienti attualmente ospitati in modo temporaneo nelle REMS di altre Regioni o che attualmente si trovano in carcere in attesa di poter avere un’opportuna riabilitazione, che gli spetta da anni”. 

Le parole, lo studio, il lavoro di Emily sono, oggi più che mai, estremamente importanti. Per la storia del nostro paese, per lo sviluppo dell’intero Comprensorio che guarda al futuro forte di una storia e di una tradizione unica in Italia. 

“Ad Emily  vanno gli auguri e i complimenti del sindaco e dell’intera Amministrazione Comunale”.