“Universo Minori” ha accompagnato gli studenti dell’Ipsia-Maresca in visita all’Istituto Penale per Minori di Catanzaro

2016-05-27 09.28.53L’Associazione “Universo Minori” con la Presidente Rita Tulelli ha condotto per una visita guidata all’Istituto Penitenziario per Minori “Silvio Paternostro” di Catanzaro una delegazione di studenti degli Istituti Ipsia-Maresca. Ad accogliere studenti ed insegnanti il Direttore dell’Ipm Dottor Francesco Pellegrino e gli educatori. Gli ospiti sono stati fatti accomodare nel Teatro della struttura, dove il Direttore ha illustrato innanzitutto di come è articolata la giurisprudenza processuale sottolineando il fatto che all’attenzione della magistratura minorile non vi sia quello di andare a colpire il reato ma il tentativo di riabilitare il minore. Illustrando come si svolgono le giornate dei giovani detenuti all’interno della struttura penitenziaria e delle varie attività svolte. 2016-05-27 10.00.09Ha rimarcato con forza ai giovani studenti di quanto sia dura essere reclusi negli anni migliori della vita di una persona e soprattutto che si apprezza il dono della libertà solamente quando la si perde. Un passaggio chiave dell’intervento del Direttore Francesco Pellegrino è stato nel parlare di percorsi di legalità e nello specifico della piaga della Ndrangheta. Nella nostra Regione ha detto, che è vero che la criminalità organizzata offre lavoro dal guadagno facile ma l’altra faccia della medaglia è rappresentato dal fatto che per chi si arruola nelle cosche ci sono solamente due le strade percorribili, il cimitero o il carcere. Applauditissimo l’intervento fatto con il cuore della Presidente di “Universo Minori” Rita Tulelli che oltre a ricordare che la sua organizzazione è attiva nel carcere da ormai un anno con corsi di pittura, attività di biblioteca, fotografia, pasta modellabile a breve partirà anche un’attività di pizza, ha ribadito con forza la gioia e l’arricchimento umano che lei e i suoi volontari hanno a stare a stretto contatto con questi ragazzi, di quanto sia bello aiutare questi giovani giorno dopo giorno affinché si sentano meno soli. Gli studenti e gli insegnanti hanno poi visitato la struttura penitenziaria a conclusione di una giornata importante per loro e per tutti noi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.