“Universo Minori” ha organizzato un concerto di beneficenza nell’Istituto Penale per i Minorenni di Catanzaro

musicistiL’Associazione “Universo Minori”, con la Presidente Rita Tulelli, ha organizzato un concerto di beneficenza venerdì 17 giugno presso la Sala Concerti di Palazzo De Nobili, sede del Comune di Catanzaro. L’intero ricavato è stato interamente devoluto per le attività ludico-ricreative dell’Istituto Penale per i Minorenni “Silvio Paternostro” del capoluogo. L’evento si è aperto con un dibattito sulla legalità, si è parlato della Legge Lazzati con il Presidente Aggiunto Onorario della Corte di Cassazione, nonché fondatore del “Centro Studi Lazzati”, giudice Romano De Grazia, inoltre erano presenti anche Don Giacomo Panizza, l’Onorevole Mario Tassone ed il coordinatore cittadino del Nuovo CDU di Catanzaro Domenico Vetrò.
Il concerto è stato eseguito dal trio “Ludwig” composto dal M° Francesco Pompeo Falanga, che ha suonato il flauto traverso, dal M° Michele Dilallo, che ha suonato il fagotto e dal M° Vincenzo De Filpo al pianoforte.
I componenti, tutti nativi della Basilicata, espletano attività di docenza presso i conservatori di musica di Matera e di Bari, alternando l’attività concertistica a quella didattica in Italia ed all’estero.
Il trio prende il nome dal famosissimo compositore e pianista tedesco Ludwig van Beethoven, si esibisce in manifestazioni benefiche ed ha tra gli obiettivi anche quello di dimostrare che la musica è una parte essenziale della vita di tutti noi.
L’animo dell’evento è perfettamente riassumibile nel pensiero dell’Associazione il quale consiste nel fatto che la beneficenza è un sorriso del singolo cuore che sulle ali della musica è possibile trasmettere a tutti.
Nella mattinata l’Associazione “Universo Minori”, con la Presidente Rita Tulelli, è stata premiata con una targa dagli Istituti di Istruzione Superiore “Petrucci-Ferraris-Maresca”, guidati dalla dirigente scolastica Francesca Bianco, per aver contribuito con la sua opera all’arricchimento culturale e morale degli allievi degli istituti.
La presidente si dichiara entusiasta ed afferma che se i ragazzi crescono in un ambito culturale di legalità diventeranno buoni cittadini, attenti e rispettosi del bene comune.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.