Uno sceicco a bordo di uno yacht arrivato in Calabria positivo al coronavirus

Uno sceicco positivo al coronavirus a bordo del suo yacht a Tropea. Adesso l’equipe del 118 guidata dal responsabile Antonio Talesa lo sta portando in ospedale a Vibo per eseguire il percorso Covid e fare tutti i controlli.

Il tampone è stato eseguito di concerto con l’ambasciata con cui sono stati predisposti controlli da parte del 118 e sono stati eseguiti ai 12 presenti sull’imbarcazione. Solo lo sceicco è risultato positivo

Lo yacht è arrivato nel pomeriggio del 26 agosto scorso a Tropea, proveniente dalla Croazia dopo avere toccato anche alcune zone del Crotonese e del Reggino. A bordo il Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia ha individuato il caso di positività al Covid 19. Lo sceicco sarebbe di nazionalità kuwaitiana presente a bordo con quattro altri ospiti e l’equipaggio di nazionalità francese.

Attraverso i canali internazionali, vista la provenienza straniera del natante e degli occupanti, è stato possibile attivare tutte le procedure anche in previsione di un possibile sbarco dei cittadini mediorientali. Il personale dell’Asp di Vibo Valentia è salito sullo yacht in rada per effettuare gli screening previsti sia al personale di bordo che ai viaggiatori. I campioni prelevati sono sono stati inviati al Dipartimento regionale della Salute di Catanzaro per essere processati e oggi è arrivato il responso: una sola persona contagiata, tra gli ospiti.

Adesso per questa persona si potrebbero profilare due possibili strade: o attendere a bordo dello yacht fino alla propria negativizzazione o scendere a terra e consentire agli altri occupanti di proseguire il viaggio fino alla destinazione finale, Nizza.