USA: bimbo di 3 anni sbranato e ucciso dai pitbull del vicino di casa mentre la mamma cercava disperatamente di salvarlo

Una madre “ha combattuto con tutto quello che aveva” per cercare di salvare il suo bambino mentre veniva sbranato a morte dai pitbull del vicino in un brutale attacco. Il tragico incidente si è svolto alle 16:30 di martedì, mentre il bambino di tre anni Aziz Ahmed stava giocando nel cortile della casa della sua famiglia a Carteret, nel New Jersey.

I due pitbull, che vivono in una proprietà direttamente dietro quella della famiglia Ahmed, sono riusciti a infilarsi sotto una recinzione che separa le due case e hanno iniziato ad attaccare Aziz. Sua madre, è corsa per strappare i cani a suo figlio e “ha combattuto con tutto quello che aveva per salvarlo”. Il fratello di 10 anni di Aziz ha chiamato i servizi di emergenza mentre sua madre era alle prese con i due cani.

Quando sono arrivati ​​i primi soccorritori, sia Aziz che sua madre avevano subito ferite “gravi”, hanno detto i funzionari. Il ragazzo è stato trasportato in aereo in un ospedale della zona dove è morto per le ferite poche ore dopo. I parenti del piccolo sconvolti hanno dichiarato ai media locali che la famiglia aveva precedentemente supplicato i proprietari dei pitbull che erano pericolosi e fuori controllo.

Il proprietario si era messo a ridere. I due pitbull responsabili dell’attacco sono stati soppressi sul posto dalla polizia. Il proprietario di quei cani, .Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stato accusato di omicidio di secondo grado, omicidio colposo involontario e possesso di animali pericolosi.