Usava “faccine” su whatsapp per spacciare droga, 48enne arrestato

 La Polizia di Stato di Villa San Giovanni ha arrestato C.F., villese di 48 anni, già noto al personale del Commissariato per trascorsi giudiziari in materia di stupefacenti, con l’accusa di spaccio di marijuana. Le indagini sono partite dal sequestro di alcune dosi di marijuana trovate nella disponibilità di un soggetto, fornite da un minore.

I successivi approfondimenti, svolti anche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche, hanno consentito di accertare che l’approvvigionatore di sostanza stupefacente per il minore e per altri soggetti di Villa San Giovanni era proprio il 48enne.

Le attività dei poliziotti inoltre hanno consentito di decifrare il linguaggio in codice utilizzato dai soggetti coinvolti nell’acquisto della marijuana, per concordare con lo spacciatore il luogo dell’incontro e le quantità, spesso indicate in messaggi whatsapp con l’utilizzo di emoticons (le cosiddette faccine).

L’operazione infatti, è stata ribattezzata “Faccina” ed ha permesso di individuare nell’arrestato il punto rifornimento di una attività di piccolo spaccio che, nella città di Villa San Giovanni, si rivolge ad un’utenza sempre più giovane. Nell’appartamento del 48enne inoltre, sono stati rinvenuti e sequestrati un bilancino di precisione, una pianta di marijuana, 1.10 gr. della stessa sostanza stupefacente e 1.140 euro in banconote di vario taglio, probabili provento dell’attività di spaccio. L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari