Vallefiorita: Scuola, Biblioteca e Volontariato un percorso virtuoso per i più piccoli

I care… vantaggio in partenza: il progetto ha visto la collaborazione tra la Biblioteca Errante di Vallefiorita, l’Istituto Comprensivo di Squillace e l’associazione di promozione sociale Terra di Mezzo di Vallefiorita.

Si è concluso venerdì 17 settembre, qualche giorno prima dell’inizio ufficiale dell’anno scolastico in Calabria, il progetto dell’Istituto Comprensivo di Squillace “I care… vantaggio in partenza” che ha combinato due progetti della Biblioteca Errante del Comune di Vallefiorita, ideati e portati avanti da anni dall’Associazione Terra di Mezzo.

Ci si riferisce a “Studiamo insieme. Non uno di meno” (occasione di studio assistito aperta a tutti, in particolare a stranieri e fragili) e “Vantaggio in partenza” (dedicato a chi frequenterà la prima classe della scuola primaria).

Il progetto, dice Patrizia Fulciniti ideatrice della Biblioteca Errante di Vallefiorita, cominciato il 30 agosto, è continuato per tre settimane (per un totale di 45 ore) ed è stato seguito complessivamente da 26 tra alunne e alunni iscritti per l’A.S. 2021-22 alle classi dalla prima alla quinta: n. 9 di classe prima; 5 di classe seconda; n. 7 di classe terza; n.3 di classe quarta e n. 7 di classe quinta. La principale finalità educativa degli incontri è stata quella di mettere ciascuno nelle condizioni di: acquisire autonomia operativa, prolungare i tempi d’attenzione, migliorare le competenze curricolari di base, in vista della ripresa dell’anno scolastico.

A questi alunni, afferma Gianni Paone, l’Associazione Terra di Mezzo continuerà a offrire supporto linguistico, didattico e assistenza allo studio anche nel corso dell’anno, eventualmente avvalendosi della collaborazione della scuola intesa come utilizzazione di un locale scolastico dotato di LIM.

È stata allestita fin dal primo giorno una piccola biblioteca di classe, per consentire ai partecipanti di frugare e trovare un libro di proprio interesse. È stata eseguita la lettura kamishibai di “La collina” di Mario Lodi, che offre lo spunto per parlare di ambiente ma anche di amicizia, ed è stata utilizzata la lettura della fiaba russa “La fanciulla-re” per introdurre il tema delle capacità di governo delle donne e della sensibilità maschile volta all’arte e alla musica. Nel corso di queste tre settimane, i bambini e le bambine hanno potuto completare i compiti delle vacanze, avvalendosi di un’assistenza personalizzata, che ha garantito loro i necessari chiarimenti, relativi a dubbi operativi o lessicali, e la possibilità di approfondire argomenti di specifico interesse. Tutti i partecipanti hanno socializzato tra loro condividendo momenti comuni quali la ricreazione in giardino, resa più interessante da giochi organizzati (es. rubabandiera). Anche il corso di inglese è stato un momento fondamentale per la socializzazione, vista la presenza di alunni appartenenti a classi diverse.

Il progetto del Piano Scuola Estate, è stato un’esperienza che proseguirà con la Biblioteca Errante, grazie al protocollo esistente tra l’Associazione Terra di Mezzo e l’I.C. di Squillace, che prevede la promozione di “… iniziative di comune interesse con particolare riferimento alle attività che saranno organizzate nelle due settimane di settembre, precedenti l’avvio dell’anno scolastico 2021-22, e per l’intero anno scolastico (con modalità e tempi da definirsi), adoperandosi per moltiplicare le occasioni volte a favorire esperienze di scrittura e di lettura, anche con l’ausilio delle nuove tecnologie”.

L’obiettivo principale delle attività estive, promosse in questi anni dalla Biblioteca Comunale di Vallefiorita, che costituisce l’obiettivo di tutte le attività portate avanti al suo interno dall’Associazione Terra di Mezzo, è sempre stato quello di potenziare la lettura e la scrittura, di arricchire la competenza in lingua inglese attraverso giochi mirati, canzoni e giochi e, più in generale, di accrescere il livello di motivazione ad apprendere allo scopo di ridurre il rischio di dispersione scolastica.

L’esperienza progettuale si è conclusa con momento ricreativo che ha visto le classi riunite per un saluto finale, nel corso del quale tutti i partecipanti hanno consumato dei pasticcini offerti dall’associazione e giocato in giardino prima di lasciarsi con l’augurio di un buon anno scolastico.