Vendevano acqua rubata da un idrante antincendio, padre e figlio denunciati

Sono stati sorpresi dai carabinieri a rubare acqua da un idrante di emergenza antincendi del Comune. E’ accaduto a Cutro, nel Crotonese, dove due persone, padre e figlio, rispettivamente di 63 e 31 anni, sono stati denunciati a piede libero dai militari per furto aggravato.

Nel corso di un servizio di controllo del territorio, i carabinieri li hanno sorpresi mentre, con due cisterne in plastica asportavano 2.000 litri di acqua dall’idrante di emergenza destinato ai mezzi antincendio.

Si è poi scoperto che i due uomini andavano in giro per Cutro, che in questi giorni ha registrato una gravissima emergenza idrica, e vendevano l’acqua porta a porta. Sono stati posti sotto sequestro le cisterne e la manichetta usata per attingere l’acqua dall’idrante.