Venerdì 16 luglio a San Nicola da Crissa verrà inaugurato il museo dell’emigrazione, l’unico della Calabria

L’Università delle Generazioni comunica che è stato per lunghi anni il sogno di Bruno Congiustì, 72 anni, ex sindacalista di punta della CGIL calabrese. Adesso, grazie pure a ottimi collaboratori (come Nicola Cosentino, pure lui in pensione), il sogno è divenuto realtà. Infatti, venerdì 16 luglio 2021 alle ore 18.30 verrà inaugurato, con cerimonia in piazza Marconi, e quindi aperto al pubblico, il MUSEO DELL’EMIGRAZIONE di San Nicola da Crissa, borgo panoramico nell’entroterra della provincia di Vibo Valentia.

In una Calabria falcidiata dall’esodo migratorio (già immediatamente dopo la mala-unità d’Itala del 1861), pare che questo sia l’unico vero museo dedicato al fenomeno che più ha influito (e purtroppo ancora influisce) ad impoverire di persone e risorse il nostro territorio, sconvolgendo l’intera regione e provocando pure l’agonia e la morte anche fisica di numerosi borghi antichi. Infatti, emigrazione equivale, tra tanto altro, pure a spopolamento, desertificazione territoriale e a “paesi fantasma” cui si tenta di reagire, disperatamente, persino mettendoli in vendita.

L’alacre ed impegnativo lavoro di Congiustì e dei suoi collaboratori colma una significativa lacuna storica, perché sì … la Calabria avrebbe dovuto avere già da molti decenni un grande Museo dell’Emigrazione realizzato dallo stesso ente Regione o con il suo più diretto patrocinio, cosa che invece non è avvenuta e costituisce un vuoto anche affettivo e solidaristico per il nostro popolo residente dentro e fuori i confini.

Adesso speriamo che tutti i calabresi vogliano non solo visitarlo ma anche sostenerlo sia economicamente e sia inviando documenti, foto, oggetti e quanto altro possa raccontare uno dei drammi peggiori che il nostro popolo abbia dovuto subìre nel corso della sua pluri-millenaria storia. “Sostenere devotamente questo “tempio della memoria collettiva” – esorta Domenico Lanciano, fondatore e responsabile dell’Università delle Generazioni di Badolato (CZ) – dovrebbe essere un impegno morale di tutti (cittadini, enti, aziende e associazioni), ma specialmente di coloro che ancora sono emigrati e delle loro famiglie”.

L’Università delle Generazioni, infine, invita il ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini a valutare la possibilità di realizzare in ogni regione italiana, specialmente nel centro-sud e nelle isole, un museo territoriale dell’emigrazione affinché non si perdano i valori e la memoria (umana, sociale e storica) di un fenomeno ancora in atto. Naturalmente tale museo dovrebbe avere una sezione che contempli il fenomeno immigratorio di persone e famiglie che sbarcano sulle nostre coste per una vita migliore.
Per informazioni e donazioni (definitive o in comodato d’uso) rivolgersi a Bruno Congiustì (tel. 339-4299291) e a Nicola Cosentino (tel. 340-5716423) e-mail: info@labarcunata.it – Via Martini 1 – 89821 San Nicola da Crissa (VV).