[VIDEO] Viva Natuzza Evolo con la speranza che diventi Santa

Filmato interamente dedicato alla mistica che è nata e morta a Paravati, frazione di Mileto, in provincia di Vibo Valentia. 

E’ questo il mio ultimo video che ho dedicato a Natuzza Evolo, nei confronti della quale ho nutrito sempre grande rispetto e che, nel corso degli ultimi due decenni, sono andato a fare visita in quel di Paravati, piccola cittadina frazione di Mileto, per essere vicino ai luoghi in cui la mistica parlava e aiutava le persone che andavano a trovarla. Ho seguito, attraverso numerosi viaggi, lo sviluppo della zona dove ora sorge imponente la chiesa denominata: “Cappella del Santissimo Sacramento”, le cui opere interne sono state realizzate in Perù dagli Artigiani dell’ “Asociaciòn Artesanos Don Bosco” e seguito, in parte, la sistemazione delle 19 stele, sempre opera dei peruviani.

Come potete notare dal filmato che ho voluto realizzare, per come è mio solito e cioè dando importanza e spazio alle immagini tutte da me scattate, nelle prime foto-panoramiche si nota che la grande chiesa era ancora in costruzione, mi riferisco agli anni 2011, 2012 e 2013.
Nella scorsa settimana, mi sono portato di nuovo a Paravati per completare quanto era mancante in maniera da poter mostrare a tutti coloro che non sono più andati a vedere l’opera terminata e, soprattutto, a quelli residenti all’estero. L’Opera che mette in bella mostra la straordinaria visione della quale credo sia contenta la stessa Natuzza, tutto ordinato che sa di colossale e realizzato con i soldi inviati dai fedeli alla: “Fondazione Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”.

Quel luogo sacro, di silenzio e di culto come l’aveva desiderato Natuzza Evolo e dove migliaia persone si recano per pregare e chiedere aiuto spirituale. L’aiuto del quale Natuzza si è sempre resa promotrice, predicando: “Non cercate me. Alzate lo sguardo al cielo verso Gesù e la Madonna”.
Auspico che questo video sia beneaugurante al fine di accelerare i tempi di beatificazione dopo l’accordo tra la Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e la Fondazione di religione di culto: “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”.
Le foto della tomba dove è stata sepolta Natuzza Evolo le avevo già in archivio e anche gli interni della chiesetta dove parlava ai fedeli.

Come scrivo, nella settimana scorsa, sono andato a Paravati per ultimare il lavoro che avevo in mente di realizzare da anni. Mi mancavano proprio le foto che erano necessarie per completare il video e colgo l’occasione per rivolgere il mio caloroso e sentito ringraziamento a Padre Pasquale Barone, che per 40 anni è stato parroco di Paravati e ora parroco emerito e per 29 anni, il confessore di Natuzza Evolo e Padre Michele Cortiano, vice-parroco di Paravati, da 30 anni sacerdote della Fondazione e direttore della Casa di Riposo: “Monsignor Pasquale Colloca”. Entrambi mi hanno accompagnato a fare le foto nei vari luoghi sacri e Padre Michele Cortiano ha aperto la porta della chiesa per farmi scattare le immagini negli interni. Tutt’e due mi hanno dato preziosi consigli, ed è per questo motivo che non finirò mai di ringraziarli.
W NATUZZA EVOLO, con la speranza che, nel più breve tempo possibile, diventi Santa.

Angelo Laganà