Violazione leggi sull’ambiente, sequestrata azienda nel catanzarese

A Curinga (in provincia di Catanzaro), nella frazione di Acconia, i carabinieri della Compagnia di Girifalco e personale specializzato del Nucleo Operativo Ecologico (Noe) di Catanzaro, impegnati in servizio di contrasto dei reati ambientali, hanno fatto accesso a una sede d’impresa attiva nella frantumazione, lavorazione e selezione di inerti, rilevando l’assenza delle previste autorizzazioni in materia di emissioni in atmosfera e scarico di acque reflue industriali.

I militari hanno posto l’impianto di produzione sotto sequestro e deferito in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria lametina l’imprenditore curinghese titolare della struttura.