Violenze e maltrattamenti alla moglie, marito arrestato

Nei giorni scorsi, durante un servizio di controllo del territorio, i carabinieri di Catanzaro sono intervenuti presso un’abitazione del centro cittadino dove era stato segnalato un violento litigio tra due coniugi. Il tutto è partito dalla chiamata effettuata, al 112, dal figlio della coppia che, nella speranza di porre fine alla lite, aveva richiesto l’intervento di una pattuglia.

I militari, che arrivando hanno udito le urla della donna, dopo una serie di tentativi, sono riusciti ad entrare nell’abitazione dove hanno constatato il forte stato d’agitazione di entrambi i coniugi e dei figli, tutti maggiorenni. Il marito A.R., 60enne catanzarese con precedenti di polizia, ancora visibilmente alterato, noncurante della presenza dei militari, ha continuato a minacciare la donna, tentando di aggredirla più volte. Immobilizzato dai Carabinieri l’uomo è stato condotto in caserma.

A seguito degli accertamenti di rito, è emerso che l’uomo era già stato denunciato per episodi analoghi appena un mese fa. Un quadro familiare particolarmente delicato quello di questa famiglia nel quale vigeva uno stato di soggezione psicologica e scarsa serenità. In particolare la moglie ha dichiarato di non poter più essere indipendente, di non poter coltivare amicizie e di non poter raggiungere neanche un’indipendenza lavorativa a causa delle incessanti proibizioni subite.

L’uomo, arrestato in flagranza di reato per ipotesi di maltrattamenti in famiglia, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei propri genitori, in attesa dell’udienza di convalida, a seguito della quale è stata confermata la misura cautelare già in atto.