Volevano estorcere firma di un’assicurazione per un presunto incidente stradale, 4 arresti

Grazie ad una dettagliata segnalazione giunta alla Sala Operativa della Questura di Reggio Calabria, gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, in servizio di controllo del territorio, sono intervenuti nei pressi di un laboratorio di analisi cliniche del centro reggino, arrestando quattro soggetti che avevano aggredito un sessantanovenne.

​L’attenta e puntuale attività di indagine svolta dagli Agenti della Polizia di Stato ha consentito di accertare che i quattro malviventi, con violenza, hanno tentato di estorcere alla vittima la sottoscrizione di un’assicurazione per un presunto incidente stradale che avrebbe visto coinvolto uno degli arrestati che viaggiava a bordo di una bicicletta elettrica.

Addosso ad uno dei quattro soggetti è stato trovato un documento del PRA, attestante l’indirizzo di residenza dell’anziano, attraverso cui i malviventi sono stati in grado d’individuare e raggiungere l’abitazione della vittima per attuare i loro intenti estorsivi.

​L’uomo, inizialmente soccorso dal personale delle Volanti e dagli operatori sanitari del 118, è stato trasportato presso il locale G.O.M. dove è stato curato per alcune contusioni, giudicate guaribili in 5 giorni.

​Gli elementi raccolti dal personale della Polizia di Stato, tra cui il documento del PRA e la denuncia con dovizia di particolari sporta dalla vittima, hanno consentito di arrestare i quattro soggetti, per tentata estorsione aggravata, imputando loro, altresì, di aver premeditato e organizzato nei dettagli la loro azione delittuosa. Dalla vicenda emerge senza dubbio l’esemplare determinazione del cittadino reggino che ha riferito alle Forze dell’Ordine ogni particolare di quanto aveva subito e del tentativo di estorsione cui è stato vittima, l’ennesimo segnale di un risveglio delle coscienze nella comunità reggina che vuole vivere nel pieno rispetto dei valori della legalità.