Whisky da record, un milione di sterline per una botte!

 L’asta per una botte di Macallan, del 1988, ha attratto offerte da tutto il mondo

E’ un nuovo record per i Macallan considerati dai collezionisti di tutto il mondo come i whisky di maggiore attrattiva. Una rara botte di whisky è stata venduta all’asta per la cifra record di 1 milione di sterline. Lo ha riportato l’emittente britannica Bbc, che ha sottolineato come la botte era stata in precedenza ottenuta dal suo (ormai ex) proprietario 34 anni fa, per sole 5’000 sterline.

L’asta, conclusasi domenica, ha attirato offerte da tutto il mondo. Quella vincente, che ha battuto di gran lunga il record esistente per una botte di whisky (444’000 sterline, nel 2019), è arrivata da un acquirente privato residente negli USA. La botte di Macallan 1988 era stata completamente dimenticata, fino a quando la distilleria ha ricordato al suo proprietario originale che era rimasta a maturare in un magazzino.

Questa vendita da capogiro e questo importante primato arrivano in un periodo di rilancio e di riscoperta dei whisky scozzesi del passato, tra i più apprezzati e ricercati di sempre e tra i più amati dai collezionisti, e in generale di grande crescita del mercato dei distillati. Il mercato globale degli alcolici, infatti, è continuato a crescere negli ultimi 5 anni.

Secondo le previsioni dell’Iwsr, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, una delle maggiori società di analisi del mercato delle bevande alcoliche, relative al quinquennio 2018-2022, il mercato ha registrato una crescita a volume di 147,1 milioni di casse da nove litri al 2022, raggiungendo i 28 miliardi di casse, con aumenti in valore per 78,7 miliardi di dollari, per un giro d’affari complessivo da 1.070 miliardi di dollari. La crescita maggiore tra le categorie di prodotto? Quella del whisky, naturalmente. E chissà se chi si è aggiudicato il Macallan dei record sarà poi anche disposto a berlo.